Io e i miei Lego – Presepe 1983

Siamo arrivati alla vigilia di Natale, il momento per eccellenza per ammirare il presepe, quindi anche il momento per presentare il primo Presepe Lego fatto nella mia famiglia: quello del 1983. In realtà la foto che sto usando come logo di questa serie di articoli, scattata un Natale del 1982, dimostra un assembramento di modellini che potrebbe far pensare ad un presepe fuori dagli schemi, ma quello del 1983 è tutt’altra cosa.

(Per ingrandire le foto di questo post, cliccateci sopra.)

I comunisti fanno il presepe? Non lo so, ma i miei genitori erano comunisti e che io sappia non è mai stato fatto il presepe: non c’erano proprio i “pezzi”, né santi né pastorelli.
Nel 1983, quando cioè avevo 9 anni, qualcosa dev’essere successo perché – forte di tante visite mediche che mi avevano fruttato un bel po’ di Lego – mio padre lanciò l’idea: costruire un Presepe laico! E mica solo i cristiani possono fare il presepe…

C’è un infiltrato: E.T.!

Il concept della struttura era sempre quello – un insieme di persone e personaggi che puntavano verso un centro focale, costituito da un’entità speciale – ma i protagonisti sarebbero stati diversi. Niente pastorelli né re magi, bensì modellini Lego – per lo più spaziali – che si dirigevano verso un’entità luminosa.
Dubito che mio padre all’epoca avesse visto il film 2001: Odissea nello spazio (1968), ma curiosamente oggi guardando le foto – un gruppo di astronauti che trovano “qualcosa” su un territorio spaziale – mi fa notare una certa curiosa convergenza.

Mettere insieme i miei modellini Lego non era un problema, ma guardando le foto scopro molte costruzioni “manufatte”, che cioè costruii per l’occasione penso inventandole, magari aiutandomi con uno di quei “Libri Idee” appositi. Ma l’impegno maggiore ricordo è andato tutto al “qualcosa luminoso” verso cui tutti erano diretti.

Utilizzando un motorino che immagino fosse quello delle Lego – l’ho avuto ma si è rotto subito, forse qui funzionava ancora – l’idea di mio padre era quella di costruire una specie di romboide di mattoncini che, ricoperto di carta stagnola e fatto ruotare su se stesso, provocasse giochi di luce tali da sembrare un’entità luminosa indistinguibile verso cui tutti gli altri personaggi tendevano. Ok, un tantino ambiziosa come idea e non proprio riuscita, ma fu molto divertente provarci e lavorarci.

Oltre ai Legoland, dalle foto sono ben visibili i miei amati personaggi Fabuland – cari anche a Miki Moz – capoccioni di animali che ancora non mi capacito siano stati dati via, dopo tanti anni di emozioni. Non ricordo di aver mai acconsentito a darli via, fatto sta che non ce li ho più.

Non ricordo più quanto ci abbiamo impiegato a costruire questo baracchino, e sicuramente io mi sono occupato della costruzione dei modellini mentre mio padre sistemava luci e “scenografie” (con poster spaziali presi non so dove).
Rimane un caro ricordo che mi porto dentro da quando avevo 9 anni: dedicato a tutti i papà che fanno progetti con i loro figli e ci lavorano insieme…

L.

– Ultimi post simili:

10 thoughts on “Io e i miei Lego – Presepe 1983

  1. La magia di questo presepe è proprio rappresentata dal fatto che è il frutto di un lavoro a quattro mani tra padre e figlio. Anche questo è l’essenza del Natale. Dai, ti perdono per avere usato le miccette sui Lego! Buon Natale, caro Lucius

    Piace a 1 persona

  2. Stronzetto, mi hai commosso con l’ultima foto! *__*
    Abbiamo qualcosa in comune: genitori comunisti.
    Solo che mio padre, ateo convinto da sempre, ha anche sempre amato il presepe… vedi che controsenso. Ora sono diversi anni che non lo fa più, ma prima era un must, addirittura andava al bosco a prendere il muschio.
    Però c’è qualche convergenza: utilizzavo le montagne del presepe (le stesse delle tue foto) per i miei Lego. Quindi tutto torna.
    Ah, ovviamente viva i Fabuland 🙂

    Moz-

    Piace a 3 people

  3. Dai, poteva andarti peggio, essere figlio di cattocomunisti, che come ammette un mio amico cattocuminista, sono la razza peggiore 😆
    Comunque bellissimo! Ma la foto finale è ancora meglio di tutti i Lego del mondo!
    Io sono anni che vorrei fare un paesaggio natalizio/invernale Lego ma i prezzi di questi set sono sempre troppo alti, soprattutto se vanno fuori produzione!
    Il presepe classico mi piaceva tanto farlo da piccolo ma una volta cresciuto mi è andato sul cazzo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.