[Roma e i suoi nemici] Fante orientale

77-FanteNumero 77 della collana “Roma e i suoi nemici” targata Vadis e Osprey, che nel 2011 porta in edicola questo Fante delle legioni orientali, 100-150 d.C. circa.
Roma_e_i_suoi_nemici1Il curatore William Shepherd attinge agli archivi della Osprey Publishing Ltd., di cui era direttore prima della nascita di questa collana, e presenta dei testi tratti dal saggio “Greek and Roman Artillery” (New Vanguard n. 89) di Duncan B. Campbell edito nel 2003 dalla Osprey.

Il figurino è tratto da un’illustrazione di Graham Sumner e ritrae un fante con la cotta di maglia il cui equipaggiamento si basa sul Tropaeum Traiani di Adamklissi, in Romania, costruito nel 109 per commemorare la vittoria di Traiano sui Daci nel 102.

Greek_Roman_ArtilleryEcco l’incipit del fascicolo di 12 pagine, con la consueta traduzione di Piergiorgio Molinari:

Anche se le fionde e le catapulte erano da tempo in servizio nell’esercito romano, si afferma spesso che, per quanto riguarda le macchine belliche, i Romani dimostrarono scarsa inventiva. Vitruvio, l’architetto-ingegnere romano che scrisse l’opera De architectura attorno al 25 a.C., si lamenta del fatto che così tante delle sue fonti siano greche e così poche romane. Tuttavia, l’evidenza mostra che i Romani erano ben lieti di adottare l’esistente tecnologia greca e di applicarla in maniera ancora più ingegnosa.

L.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...